Dichiarazione di conformità

Esiste un documento per attestare che i prodotti immessi in commercio rispettino determinate direttive e/o norme, sottoscritto da produttori/importatori. Questo documento è la Dichiarazione di conformità.

Dichiarazione di conformità

La direttiva più estesa è la 2001/95/CE, che riguarda TUTTI i prodotti non diversamente regolati dalle altre Direttive, sempre in materia di sicurezza.

Moltissimi prodotti appartengono a categorie la cui sicurezza deve essere regolamentata da Direttive specifiche e Norme. Tutti gli altri prodotti devono comunque soddisfare i requisiti di sicurezza dettati proprio dalla 2001/95/CE.

I prodotti che devono soddisfare i requisiti di sicurezza di Direttive specifiche come, ad esempio, macchine, apparecchi elettrici, dispositivi medici, dispositivi di protezione individuale, devono essere accompagnati dal MARCHIO CE, oltre che, naturalmente, dalla Dichiarazione di conformità.

La Dichiarazione di conformità si redige al termine del processo dell’Analisi dei rischi. Affinché la Dichiarazione sia veritiera, ovvero conferme essa stessa al reale, è necessario che:

  1. si conoscano le Norme pertinenti al prodotto trattato
  2. il prodotto sia realmente rispondente nel progetto e nella realizzazione a tutte le caratteristiche di sicurezza e alle prescrizioni  indicate nelle norme

Chi non è addetto ai lavori, ovvero il cliente, potrebbe essere portato a credere che chi, per esempio, fabbrica un lampadario, conosca perfettamente le normative inerenti questo prodotto. Ebbene, nonostante questa sia una condizione ideale e razionale perfettamente legittima, spesso non trova corrispondenza nella realtà.

L’esperienza fa infatti da guida, anche in molti altri settori, sia nella progettazione che nella costruzione: informazioni trasmesse verbalmente, per sentito dire o per abitudine. Nella realtà, tuttavia, una minoranza di aziende di eccellenza posseggono ed utilizzano le norme che riguardano i loro prodotti.

Questo comporta che la maggior parte dei prodotti marcati CE con regolare Dichiarazione di conformità siano conformi alle indicazioni delle normative, ma che questo non sia verificato da chi sottoscrive la dichiarazione.

Dunque, quali rischi corrono i clienti? In realtà ben pochi, rispetto a quelli potenziali. I costruttori non sono incapaci né sprovveduti, ma sicuramente superficiali e faciloni quando sottoscrivono documenti che non hanno nulla di conforme, se non il modulo e la forma su cui sono scritti.

Diffidate dai Moduli e dai Pacchetti preconfezionati: spesso sono dei veri e propri PACCHI, e sempre sono strumenti che solo persone esperte sono in grado di utilizzare correttamente.

Per fare la Dichiarazione di conformità occorre conoscere la Marcatura CE ed in questo caso saprete certamente che non sono i moduli preconfezionati quelli che Vi servono.

luca

Salve, importiamo sigarette elettroniche e componenti( batterie, atomizzatori ecc)
Siamo interesssti a conoscere un preventivo per la certificazione di sicurezza e dichiarazione di conformità
Cordiali saluti
Luca

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *