L’analisi dei rischi: parte tutto da qui.

Il punto di partenza per la progettazione di qualsiasi prodotto dovrebbe essere l’attenzione per la sicurezza.

Oltre al buonsenso, anche dal punto di vista della legge, con la direttiva 2001/95/CE, la direttiva sulla progettazione sicura delle macchine e le direttive riguardanti molti altri prodotti, il primo passo nella progettazione è l’analisi dei rischi.

Per effettuare una valutazione della sicurezza di un prodotto, bisogna conoscere quali siano le sue caratteristiche, quindi quali pericoli siano collegati a tali caratteristiche ed infine la tipologia e la gravità dei rischi legati a tali pericoli.

E’ facile confondere il significato tra rischio e pericolo: il rischio è dato dalla gravità delle conseguenze e dalla probabilità che un pericolo si realizzi; il pericolo è, invece, un evento negativo che può verificarsi in conseguenza all’uso di un prodotto o al verificarsi di una certa situazione.

Diversi sono i metodi per analizzare i rischi e dipendono dalla qualità e dalla quantità dei dati, delle caratteristiche e delle risorse da valutare. E’ fondamentale avere la consapevolezza che l’analisi dei rischi è un gradino imprescindibile, in un modo o nell’altro.

Di ogni caratteristica si esaminano i pericoli e per ognuno di essi si calcola il rischio. Se questo è elevato, si prendono provvedimenti per ridurlo o eliminarlo, intervenendo su progetto, prototipo o prodotto.

Nel caso il rischio non sia eliminabile interamente, si procede alla valutazione del rischio residuo e questo verrà accettato solo se al di sotto di una certa soglia, altrimenti sarà necessario indagare altre soluzioni.

Nel caso in cui non sia stato possibile eliminare completamente un rischio residuo e che questo sia al di sotto di un certo livello, lo si dovrà segnalare sia sulla documentazione che accompagna il prodotto che sul prodotto stesso.

Questa documentazione si basa fondamentalmente sui rischi residui che risultano ancora presenti dopo aver concluso l’analisi dei rischi. Per questa ragione il manuale di istruzioni non è solo originato dall’esperienza del costruttore e dal buon senso, ma prima di tutto da un’attenta e scientifica analisi dei rischi: il primo indispensabile gradino per raggiungere la sicurezza del prodotto.

 

 

 

 

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *