Dichiarazione di Conformità – DICO

DICO, per chi ama gli acronimi e la confusione.

La Dichiarazione di conformità è il documento nel quale si dichiara che i prodotti rispettano specifiche Direttive e Norme ed deve essere sottoscritto dal Produttore o suo Mandatario (nel caso in cui il produttore non sia residente nella Comunità Europea) o dall’Importatore in assenza del Mandatario .

Contrariamente a quello che facilmente si trova a livello di informazioni, anche in caso di ricorso ad organismo notificato (come l’IMQ o l’Istituto Giordano), sia la Dichiarazione di conformità che tutta la procedura della marcatura CE è sotto la responsabilità del Produttore o dell’Importatore.

Infatti, un organismo o laboratorio notificato non può rilasciare la marcatura CE perché tra i tanti aspetti comprende il controllo della produzione, che può fare solo il fabbricante. L’organismo si limiterà a certificare che un prodotto rispetti le norme che riguardano quel prodotto.

La responsabilità non si può delegare. Ci si può confondere facilmente tra prove sul prodotto e conformità di tutta la produzione e questo è spesso sfruttato da chi ne trae vantaggio.

Come redigere la Dichiarazione di conformità? Tutte le Direttive lo indicano ed è  molto semplice. Essa deve contenere:

– dati del costruttore e del legale rappresentante

– dati e descrizione generale del prodotto

– norme e direttive a cui il prodotto è conforme

– informazioni relative alla produzione es: n° matricola, lotto, partita, ultime due cifre dell’anno di produzione

– data e firma autografa di chi la sottocrive

Ora è bene fare attenzione: la Dichiarazione è necessaria alla marcatura CE, ma non è sufficiente! Non si deve confondere con la marcatura, perché ne è solo una parte, le altre parti sono descritte in questo sito.

Esiste un altro tipo di Dichiarazione di Conformità, quella di installazione, che deve essere rilasciata da tutte le imprese che realizzano impianti, installazioni o montaggi di sistemi, come ad esempio un impianto elettrico domestico o un impianto idraulico.

Questo perché su usano diversi prodotti con marchio CE ma vengono utilizzati per la creazione di impianti che possono essere realizzati solo in loco e non nelle aziende.

Le aziende che eseguono le installazioni, oltre ad essere abilitate a farlo, devono rilasciare la dichiarazione di conformità relativa alla realizzazione dell’impianto, che ne attesti la conformità, appunto, al rispetto delle leggi e delle norme.

Gian Marco Cappai

Vorrei avviare un’attività di importazione e distribuzione di apparecchiature elettriche ed elettroniche di produzione cinese, le aziende che le producono dichiarano di avere tutte le certificazioni di conformità compresa la marchiatura CE.
Devo ottemperare ad adempimenti in merito alla marchiatura CE ?
Grazie Gian Marco

cetn

Salve, la risposta è affermativa, quei certificati serviranno per fare la marcatura CE che però rimane sempre un onere Suo.
Saluti.
Staff CetN

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *